Privacy Unchained: regole uguali per tutti | Blog VoiceRoad Privacy Unchained: regole uguali per tutti | Blog VoiceRoad | Blog VoiceRoad

Quando nel 2015 l’Unione Europea iniziò a raccogliere idee e pareri sulla creazione del Mercato Unico Digitale molti sottolinearono o si affrettarono a elencare tutti gli ostacoli che si potevano frapporvisi, tra i quali la Privacy.

Di strada la UE ne ha fatta tanta e in questi anni i piani di sviluppo e crescita dell’Unione aprono nuovi orizzonti per le aziende e per i cittadini della UE.

Uno di questi percorsi è la maggiore attenzione ai diritti dei cittadini e in particolare la tutela di quella sfera di dati e informazioni che se cadessero in mani sbagliate, causerebbero un danno al proprietario. Ma anche una maggiore facilità di disporre di questi dati in modo da per esempio cambiare operatore telefonico senza dover attendere il gesto generoso del proprio operatore.

privacyIl GDPR 2016/679 è uno strumento di lavoro per tutti, imprese e cittadini. Uno strumento prezioso perché prende atto di un fatto reale, cioè che i nostri dati sono diventati oggetto di scambio, proprio come gli scrittori di fantascienza cyberpunk e prima di loro molto economisti avevano anticipato con raffinate e razionali analisi.

La normativa europea sulla Privacy soprattutto per quelle aziende che lavorano nel settore de web marketing, dell’economica digitale è una sfida qualitativa. Bisognerà dotarsi di strumenti e logiche completamente nuove, che non vanno viste come un problema o un ostacolo al lavoro, ma anzi un vantaggio.

Pensiamo per esempio alla data retention. La normativa impone di indicare nella informativa sulla Privacy per quanto tempo verranno conservati i dati, oppure la logica che verrà applicata per conservarli. Questo requisito impone alle imprese che lavorano con i consumatori di controllare la qualità del dato, di avere database qualitativamente elevati. Ma una caratteristica come questa non è positiva?

 

Non può che essere positiva la risposta. Così come avere una chiara e puntuale adesione all’informativa garantirà di contattare il consumatore sulla base di un rapporto chiaro. Non sarà forse meglio predisposto ad ascoltare l’offerta commerciale?

Il 25 maggio 2018 abbiamo la sfida importante e decisiva di costruire un framework culturale dove imprese e consumatori potranno dialogare con regole certe in ben 28 stati dell’Europa su un tema cruciale come la Privacy.

Regole uguali per tutti vuol dire maggiore chiarezza e limpidezza. Vuol dire maggiore opportunità per tutti i 503.679.730 abitanti.

Con il DGPR si sono liberate le catene dei 28 stati, ora più regole certe e uniformi per tutti.

The following two tabs change content below.

Andrea Grilli

Digital Marketing Manager